La mia storia

…chi sono ora, se anche foste capitati per sbaglio in questa pagina, l’avrete più o meno capito…ma vorrei andare un po’ indietro nel tempo…

Sono nato il 23 agosto 1983 a Varese, cresciuto a Malnate e attualmente vivo a Venegono Inferiore.

La bici non è stato il mio primo sport: ho inziato con lo sci di fondo. A sei anni mio papà mi portava a Cunardo a fare i miei primi giretti con gli sci. A sette anni il mio esordio nelle competizioni. Qui sotto la foto della mia prima gara (1990 CORTABBIO).



Ho continuato a gareggiare nelle categorie giovanili dello sci club Cunardo, vincendo spesso ( non mi ricordo precisamente quante gare), arrivando ad essere selezionato a livello nazionale tra i migliori atleti delle alpi Centrali.

Mi sono avvicinato alla bici all’età di 9 anni, spinto dal papà di un mio amico, Giuseppe Ribolzi ( ex professionista). Lo sci era diventato troppo impegnativo a causa dei continui spostamenti che l’attività agonistica prevedeva.

Il mio debutto è stato nella categoria G4 con la società Lavena Ponte Tresa. La mia prima bici è stata una Sempion. In questi primi 5 anni ho alternato la bici con lo sci (nei mesi invernali)…..e tutto per me era ancora un bel gioco.

Nella categoria G5 ho cambiato società, passando al Velo club Malnatese, per me una sorta di grande famiglia che ancora oggi mi supporta. In questa squadra ho avuto modo di correre e stringere amicizia con Giuseppe De Maria ( attualmente corre con il team De Rosa) e con Marco Pasolini ( ancora oggi mio grande amico e mio osteopata di fiducia).

La mia parentesi al Velo Club è durata fino alla categoria allievi: ricordo la vittoria a Luvinate, con arrivo in salita, salendo dal versante più duro del Sasso di Gavirate (vedi foto).

La Bustese Olonia è stata la mia squadra juniores: dopo il primo anno di esperienza, nel secondo ho cominciato a raccogliere i primi frutti del mio lavoro, 5 vittorie, titolo provinciale e premio del Varesino d’oro.

Nel 2002 ho debuttato nella categoria Under 23 con la Vellutex-Zoccorinese. I primi anni sono stati un po’ difficili perchè non ero abituato a stare lontano da casa ( ritiri con la squadra molto lunghi). Nonostante le difficoltà, ho accumulato molta esperienza partecipando a gare di coppa del Mondo: giro delle Fiandre U23, Waregem, Parigi-Tours U23,  Liegi-Bastogne-Liegi U23, Gp Francoforte U23, ecc.. Dopo numerosi piazzamenti le mie prime vittorie sono arrivate solamente al 4 anno con la cronoscalata della Roncola e la classifica generale.

Sfumata la possibilità di passare professionista nel 2005, ho deciso di cambiare squadra per cercare nuovi stimoli: sono passato alla Podenzano-Brunero di Cesare Biondi e Beppe Damilano. Qui ho trovato un gruppo fantastico e una squadra molto forte che mi ha permesso di tornare a vincere: nel 2006 ho vinto la Casalincontrada-Block Haus e la Trento-Monte Bondone.

Vittoria Trento-Monte Bondone

Vittoria Casalincontrada-Block Haus

Il 2007 è stato un anno un po’ sfortunato per via di una serie di problemi fisici, nonostante i quali sono riuscito ad aggiudicarmi la Parma- La Spezia.

Vittoria Parma-La Spezia

Nel 2008 il mio passaggio tra i professionisti con debutto a Donoratico con la Centri della Calzatura. Il mio direttore sportivo è stato Primo Franchini, che mi ha saputo dare preziosi consigli sul mondo del professionismo. Nel primo anno ho collezionato 3 vittorie ( tappa e classifica generale del Cinturò de l’Emporda, tappa al giro di Slovacchia) e importanti piazzamenti.

Vittoria Cinturò Empordà

Il 2009 è stato un anno di alti e bassi: problemi fisici nel mese di aprile mi hanno tenuto debilitato per ben 3 mesi. Nonostante la sfortuna sono riuscito a cogliere una vittoria nel mese di agosto ( tappa alla vuelta a Leòn) e anche qualche bel piazzamento.

Vittoria Vuelta à leon

L’anno scorso doveva essere un anno fondamentale per la mia carriera: infatti ho concentrato i miei sforzi soprattutto nelle corse a tappe, nelle quali mi trovo maggiormente a mio agio. Un quarto posto nella classifica generale nella Settimana Lombarda mi aveva dato fiducia, ma poi la mancata partecipazione alle gare ( vedi giro del Trentino) e l’improvvisazione del calendario mi hanno fatto perdere tutti gli stimoli. Tante promesse ma pochi fatti da parte della mia società: la notizia della mia mancata conferma nel team è arrivata “solo” l’8  gennaio di quest’anno…il resto, il mio presente, è storia nota.

7 risposte a “La mia storia

  1. Bravo Luca, ora speriamo di vederti presto alle corse !!!

  2. Che bei ricordi!

  3. Chissa chi era il cassanese che si vede nella foto con il Paolo e il Marco 😀
    Sono molto contento per te Luca ti si meritato una carriera cosi’,io sono qua che lotto e non mollo (la salute mi ha tradito)e spero un giorno di tornare ad appoggiare le natiche 😀 su una bicicletta che mi manca terribilmente!!!
    Ancora tanti auguri e complimenti Luca salutami il Marco quando lo vedi!!!

  4. Zanna bianca!!
    Sei un grande…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...